Acquasala

Non ha esplicite note marine o acquatiche ma è sicuramente classificabile fra i marini, d’altrocanto può essere amato anche da chi mediamente non li ama affatto, i marini. Qui faccio una premessa che talvolta sottointendo ma trovo che in particolare per questo profumo è meglio ribadire, io provo sempre e solo su pelle. Perché alla fine si arriva lì, alla resa, ovviamente un po’ di intelligenza ci vuole nel raccontare una fragranza a prescindere se ci stia o meno bene. Incidentalmente io questa l’ho sentita anche su mouillette, e, rispetto alla mia pelle, è totalmente differente (non solo parere mio), un’altro profumo, mentre su altre persone resta più fedele.
Le alghe su di me sono nettissime, si tatuano proprio e sono il sentore principale, c’è una parte speziata: carvi, pepe, noce moscata non aggressiva ma tale da sentire bene le varie note, della parte fiorita sento inizialmente più neroli e non Iris, poi sotto le resine, olibano ed elemi, mirra quasi nulla, e quasi nessun patch.
Molto originale questo mix speziato di alghe, fiorito d resine, un paesaggio marino ventoso, infatti c’è anche oakmoss per la parte ventosa, con l’evolversi della fragranza la suggestione acquatica su fa più presente, un’acqua ferma in una baia riparata, mare non mosso, pur essendo una fragranza piuttosto ozonata non si percepiscono onde, quando le alghe recedono un filo, si rinforza la nota ozonata, salina e speziata, che ti riporta a mari mediterranei ma non Italia direi più Grecia, anche se non ne so il motivo esatto di questa collocazione geografica, avanzato il dd si sentono meglio le spezie con la sottile balsamicità resinosa. Bella evoluzion

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License