Ambra

2014 EDT Ecco un Villoresi davvero poco noto, eppure particolare, inizia come un’ambra galbanosa leggermente amarognola, chiaro il cardamomo, le note agrumate svaniscono velocemente, apporto resinoso consistente di mirra, olibano ed elemi, a cui si aggiunge il labdano. Non è amaro, sento bene i chiodi di garofano e un po’ più dietro pepe e noce moscata; sandalo evidente assieme ad una ambragrigia salina ma non animalica. Un’ambra resinosa e speziata con sfumature verdi sandalose, la trovo abbastanza originale nel panorama ambrato, non è del tipo avvolgente e nel progress la speziatura prende di più la scena. È comunque calda, per nulla dolce, non sa di chiuso, non ha nulla di vintage, forse è quasi più un profumo speziato resinoso e ambrato, che non viceversa. Un filo più maschile più che altro per la speziatura non morbida, c’è una continua evoluzione e mutamento nelle prevalenze delle note. Una fragranza senza tempo, affascinante, molto, troppo sottovalutata, bella, al mio naso siamo allo stesso livello delle più famose ambre come complessità. Sillage molto buono, inizialmente non si evince che si tratti di una EDT come intensità e sillage, ma comincia a sfumare presto dopo 1 ora e mezzo circa, è già più che dimezzato.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License