Amyris

Amyris Homme

Non conosco l’odore dell’Amyris, debbo dire che ancora non l’ho capito, quindi faccio proprio fatica a raccontare questa fragranza, si legge che abbia sentori legnosi-resinosi/balsamici e che sia leggermente dolce, nelle note non viene citato ma nella descrizione si parla dell’incontro di Iris fiorentino con l’amyris. Pepe è il primo sentore, è una colonia maschile un po’ old style, abbastanza piacevole ma togliendo la particolarità della descrizione dell’amyris, al naso, non presenta nulla di insolito e nemmeno particolare. Fresca, aromatica, un po’ verde ed un po’ speziata, non sento nettamente le note, sicuramente no cocco e cioccolato, un poco di tonka, più che caffè, niente oud, solo un leggero tono legnoso. Iris nessuna traccia (potrebbe esserci dell’orris, ma non sono certa, la speziatura mi confonde, comunque non è il primo sentore). Senza appunti presi tempo fa su questa fragranza non ricordavo assolutamente nulla, a stento di averla provata. Ricorda un genere classico di profumeria commerciale. Estivo dato che è fresco e appunto maschile, questa secondo me non è unisex.

Amyris Femme Extrait

Versione Extrait. Volevo provarlo a confronto con EDP, ma i sample sono ormai fuori controllo e non so dov’è, quindi comincio a lasciare le note su questo.
Delicato e soave, gentile, dai colori pastello, sfumato sul mauve, ci sono fiori di mandarino non classiche note agrumate, credo che la delicatezza parta da lì, ma non intendo delicatezza come intensità, che direi esser media. Non ho ancora dimestichezza con l’amyris che non riesco a isolare bene, quindi non mi riesce di dire se sa molto o poco di amyris, però, per esclusione c’è un sentore erbaceo/floreale che non riesco a catalogare bene e credo sia lui, quindi suppongo si senta bene, è un sentore che a me ricorda il biancospino ma meno dolce. Un po’ di calore, è un profumo caldo, legnoso e dorato, sentore di iris leggero ma non floreale e non metallico. Pera, più che altro una nota fresca e leggermente acquosa, gelsomino. È da giorno per me, manca di potenza ed avvolgente per esser da sera, è più quel profumo primaverile rasserenante da bella giornata, sa di fiori campestri e spensieratezza. Pur essendo un estratto non è molto potente, diciamo che non mi viene da prenderlo ma lo porterei volentieri.

Amyris Femme EDP

2012 EDP. Avevo parlato tempo fa della versione extrait. Cerco di vedere se mi riesce di fare un confronto anche a distanza di tempo. I sentori agrumati dati dai fiori di limone sono subito presenti in prima linea e verrebbe da classificarlo immediatamente come esperidato. La componente floreale si percepisce meglio nell’evoluzione, quando le sfumature più agrumate recedono e si identifica un floreale più acquoso, credo per via della pera. Non posso dire di sentire Iris o l’accordo sweet pea (che conosco bene perché usatissimo nelle candele), l’amrys qui è elusivo o non so identificarlo bene io, ho letto anche definizioni di sentori pinoso con sfumature agrumate, quindi probabilmente al mio naso è un tutt’uno con i fiori di limone anche se sento anche un simil sandalo vegetale, e potrebbe esser lei, nel progress. Diventa un floreale un po’ campestre leggermente acquoso ma morbido, un sentore i campagna e fiori, rimanendo sempre leggermente agrumato sul retro, i fiori di limone, infatti, non scompaiono totalmente. Rispetto all’extrait ci sono fiori di limone e non di mandarino, minori sfumature legnose, meno floreale (manca il gelsomino), più agrumato, intensità bassa. Leggendo quel che ho scritto in precedenza, su questo non mi verrebbe da dire “lo porterei volentieri”, e mi son chiesta perché: lo trovo un po’ generico, non veramente erboso e verde, non floreale non propriamente legnoso, poco incisivo, ecco. Direi che preferisco nettamente l’estratto.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License