Aoud Ambre

Cercando di fissare in mente le differenze fra i vari Montale, missione non semplice, che mi sono data, considerando il numero di fragranze e le forti similitudini fra alcune di loro. Aoud Ambre è del 2006, credo abbia attualmente il flacone blu scuro con scritte dorate, si tende a confondere il nome con Aoud Amber Rose.
Ovviamente le note sono Oud + Ambra + Rosa + Labdano, a dire il vero il sito ufficiale non cita espressamente la rosa, solo il labdano, ma dice che contiene altri 50 componenti, ma del resto La Rosa si sente molto bene anche più del labdano che confluisce nelle note ambrate varie per cui è impossibile una netta distinzione fra ambra e labdanum, secondo me. La Rosa è quella montaliana classica, leggermente pungente ma non intensa come nel black, l’oud c’è ma discreto, non invasivo, c’è anche qualcosa che non definirei agrumato pur avendone la stessa funzione: schiarente, illuminante, è una fragranza incentrata sulle note ambrate, molto calda ma non buia e cupa, grazie a questo effetto, la solleva senza arrivare al punto di darle una connotazione fresca, riesce a renderla più leggera e luminosa, resta comunque una fragranza prettamente invernale secondo me. Non è un’ambra polverosa e nemmeno secca, anzi ha un finale leggermente addolcito, morbido. È intensa, come tanti Montale, con un sillage importante, è una nota che spesso tralascio ma in questo caso è da segnalare. Estremamente elegante, e secondo me anche sexy, non è una bombazza fine a se stessa. Come nota di colore aggiungo che finora è il Montale che ha ricevuto più complimenti, molti più del Black

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License