Arquiste

Sydney Rock Pool

2018. Rodrigo Flores Roux.
Marino, minerale, ozonato, non eccessivamente salino, si sente bene la nota di alghe, sento del calore, alla base, non lo sento nettamente ambrato. Ho letto che c’è dell’ambermax, un composto Givaudan, descritto come ambrato-legnoso. Ci sono note legnose, sia sandalo che driftwood, a me pare di sentire nettamente quest’ultimo, che oltretutto scaldandosi sembra diventare proprio la nota principale, su di me, per un po’, dopodiyevolve ulteriormente. Leggerissimo sentore di crema solare, che potrebbe essere dato dal “coconut skin accord”, suppongo, da molto l’idea della pelle al sole, forse un lontano accenno di frangipane, distante, non dolce; sono questi hint che ti fanno visualizzare un mare lontano, bello poter viaggiare fino a Sidney solo con un profumo. Non so bene individuare cosa mi suggerisce un mare ondoso, mosso, non iodato ma schiuma e onde. Non percepisco bene la parte fiorita, non identifico bene i fiori separatamente, comunque c’è anche una nota verdacea assieme ad essi, ma non mirto, son sicura, potrebbe essere timo o salvia o rosmarino . Ben fatto, forse come molti marini risulta un filo più maschile forse per via della nota di alghe, close skin, molto evocativo, un mare che di infrange sulle rocce, una parte floreale, legno, alghe, sole, spiaggia. Sembra proprio di sentire il mare sulla pelle, dopo il bagno. Diretto in Wish List.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License