Boellis Panama

Panama

Classico, tendenzialmente più maschile dato il connubio lavanda-tabacco, c’è anche vaniglia, è molto ben bilanciato, la lavanda dona un sentore di pulito, non fiorito, il tabacco fornisce profondità senza essere “tabaccoso”, anzi si riconosce a fatica, è molto ammorbidito dalla vaniglia. Molto classico come profumo ma ha un suo perché, non lo sento datato, non ha accordi maschili spinti nè rimanda al dopobarba, un tabacco morbido che può essere anche unisex, ha però l’intensità di una EDC, la persistenza su di me fa 1h e mezza.

Mandarino e Cedro di Calabria

2018 Maschile, non poi così agrumato, si percepisce un po’ di scorza ma senza chiara visione del mandarino, poco zenzero, non sento zafferano; un poco di geranio ed un composto ambragrigioso dietro al tutto. Non ha spiccate particolarità, mediamente piacevole, diretto, non particolarmente sfaccettato, quello che apprezzo meno è l’impostazione un po’ molto da “profumo maschile”, personalmente su un uomo preferisco o il rude totale o l’unisex. Sulla durata fa 2 ore massimo sul polso.

Iris di Capri

2018 più agrumi di quel che mi aspettassi, arancia dicono le note ma non si riconosce benissimo, oakmoss invece sì, diventa progressivamente sempre più maschile, anche per via del rosmarino. Non sento patch, un po’ di legno sul retro forse un po’ di noce moscata ma non cannella e nemmeno incenso. L’iris non lo trovo, solo un vago floreale. Un maschile aromatico agrumato, leggermente legnoso.

Bergamotto di Calabria

Non c’è su Fragrantica, d’altronde chissà perché, questo marchio non ha un sito ufficiale. Maschile, verde, un po’ cipressoso, con scorza agrumata e qualche sfumatura legnosa; sento qualcosa di floreale, non chiaro, potrebbe esser geranio, ed una nota più morbida, tipo frutta secca, ma magari è solo tonka. Semplice ed un po’ old style come altre fragranze provare del marchio. Dopo l’apertura, comunque questo perde un po’ di connotazione maschile. Intensità bassa e proiezione nessuna, io sento non tanto l’agrumato quanto un cipressoso balsamico leggermente dopobarbino, mi pare anche oakmoss, che ignoro se sia in piramide, forse un po’ di pepe successivamente viene fuori. Come le altre, questa linea fa un 2h su di me.

Fiore di Mandorlo di Sicilia

2018 non c’è da aspettarsi un profumo molto dolce o femminile, sento bene il vetiver ed il sandalo anzi il sandalo è protagonista con un po’ di sfumature legnose. Il fiore di mandorlo è un fiorito leggero, non in primo piano, poca vaniglia, poca tonka e ambragrigia, questa non salina nè animalica. Resta un po’ impostato al maschile, come gli altri del marchio, un vetiveroso fresco classico al sandalo

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License