Chai - Baruti

Le note di tè, latte e spezie arrivano subito, contemporaneamente, le spezie sono ben armonizzate fra loro e non ci sono grosse prevalenze, forse sento maggiormente cardamomo e cannella, si crea proprio l’immagine del “chai latte”, il tè indiano speziato, per quanto la nota di latte non l’avverto molto distinta, è più un ammorbidimento, uno smooth delle note più pungenti, tutto infatti risulta arrotondato. Lentamente arrivano anche le note del cacao, beninteso non è una fragranza dolce, anzi è più salata che dolce, e nemmeno il cacao è qui come nota addolcente, ma rende il tutto più profondo e morbido.
È sicuramente il Baruti più easy ed immediato, ma non lo definirei semplice: ha una apparenza gourmand, non da pasticceria ovviamente ma qui ho imparato che anche un profumo al tè è da considerarsi gourmand, poi si rendono più evidenti, progressivamente le note cuoiate, estremamente morbide anche’esse, eleganti, che si combinano con cacao e vaniglia, molto molto lontana c’è anche la rosa, che mai avrei considerato senza l’ausilio delle note, e diventa più evidente al dd, sento anche il muschio a completamento del tutto; a dd inoltrato sento ancora bene il cardamomo, un latte al cardamomo, senza note dolci. Speziato cremoso, si sente anche una parte tostata, delle spezie stesse, leggerissime note amare equilibranti del tè, che diventano poi una ulteriore sfaccettatura speziata.
Unisex, non è invernale, anzi, da clima temperato o caldo anche se di per se non è una fragranza fresca, ha una temperatura intermedia, sicuramente comunque una di quelle fragranze che si amplificano con il caldo. Consiglio di sentire anche venenum dell’artisan, io cerco di non fare mai riferimenti incrociati perché se per spiegare una fragranza spesa si finisce per far riferimento ad altre fragranze che chi legge non è detto conosca, si genera ulteriore confusione; in questo caso però, il parallelismo è notevole, venenum parte praticamente identico, sono quasi le stesse note, poi però si sviluppa diversamente, interessante metterli a confronto. Il sillage non è enorme ma la permanenza sì, si incolla. Proprio bello.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License