Flora Mirabilis

Marchio naturalissimo e molto interessante che mi aveva sorpreso allo smell festival. Ad una naturalità di questo livello non ci siamo abituati, bisogna ritarare i parametri perché le note non hanno la stessa resa di quelle dei semilavorati classici, il riconoscimento è molto difficile, anzi per me attualmente impossibile, ci sono note leggermente indoliche, quindi probabilmente dovute a qualche nota fiorita, c’è assoluta di labdano e assoluta di osmanto, leggo dalle note, beninteso, sento un odore quasi cuoiato ma non so chi ne sia l’artefice, note agrumate, è luminoso ma senza asprezza, pompelmo forse scorza perché non sento succo, gli olii essenziali degli agrumi si sentono bene. C’è dell’assoluta di mimosa, ma non vi so dire più di tanto perché non la riconosco, olio essenziale di ylang, idem come sopra, accordo ambrato, è caldo ed un po’ ambrato almeno questo lo posso confermare. Quel che posso aggiungere: non lo percepisco come floreale se non lo avessi letto, è verde canforato vegetale, con questa nota di pelle non ripulita, ma che sarà un effetto perché non c’è nessun cuoio in piramide, è pungente ed intenso, non me lo aspettavo così intenso, amarognolo. Quel sentore da interno macchina nuova di una volta, con i sedili in pelle. Vorrei che qualcuno lo spiegasse a me, a dire il vero, questo profumo. Davvero particolare. Come era prevedibile data la naturalità fa 2h abbassandosi notevolmente di intensità.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License