Goldfield Banks

Pacific Rock Moss

2016. Francois Merle-Baoudin.
Non è oakmossoso e maschile come il nome può far pensare, è comunque molto ozonato, e, al contempo senza sentori rilevantemente sintetici, limone monto naturale, scorze incluse, un geranio rosato e non citronelloso nè verde, la nota di salvia, io non la percepisco come tale, sa più di campestre e prateria, quell’odore portato dal vento che si tira dietro anche del legno leggero. Sillage soft ma presente, abbastanza close skin ma non troppo, c’è la sensazione di aria di mare ed un sentore salino, non è maschile ma totalmente unisex a mio avviso, le note ufficiali non citano oakmoss ma australian coast moss. Lo trovo originale, non è esattamente un marino, ed i sentori di aria marina, li trovo realistici. Al dd è un mélange unico, impossibile scomporlo, proprio ben fatto. Spero che qualcuno prenda questo marchio, da noi. È un profumo fresco non intensamente minerale nè muschiato. Buono.

Blue Cypress

2016 Francois Merle-Baudoin. Profumo aromatico leggermente maschile ma non lavandoso, come temevo leggendo le note, è fresco, verde ma non saponoso ma logicamente viene fuori come un sentore clean, le spezie: in particolare si sente l’anice stellato, che, sottolineo, non sa di anice, rinfresca, i chiodi di garofano invece sono molto retrostanti. Patchouli molto boschivo e non rilevante non penso abbia proiezione. È molto piacevole non originale e con sentori molto naturali, fresco un pulito boschivo e verdaceo. L’anice stellato diventa più presente dopo il dd. Molto semplice come profumo riposante, estivo, M. non legnoso fragrantica lo definisce anche floreale presumo per la lavanda che secondo me non lo è in realtà. Intensità medio bassa, inverno fa un 3h, in estate forse meno. Finora l’ho trovato piuttosto close skin come marchio.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License