Le Loden

2018 Luca Maffei. Vetiver fra le note di testa, di cuore e base. Leggermente amarognolo ma non spostato su toni terrosi o di radice. In testa c’è quello haitiano, cuore bourbon, base Java. È una fragranza fresca e luminosa, ma si sente più lo zenzero che le note agrumate, geranio non in primo piano, mentre il ginepro è proprio netto ed evidente, non individuo l’ylang in base, patch non pervenuto, si sente un leggero tabacco. Non è un vetiver così amaro come la triade potrebbe far supporre, ovviamente è una fragranza maschile ma non ha spigoli netti o accordi spinti in questo senso. Ci sono anche foglie di lampone, in fashion ultimamente, ma non le sento nettamente, forniscono più che altro una ambientazione con un verde più profondo e boschivo, comunque, oltre al vetiver è il ginepro, il focus della fragranza. L’ylang-ylang extra citato dalle note, sarà un estratto? Curioso, perché non sento proprio nessun accenno floreale. Di pepe rosa/CO2 inizialmente un po’ si sente. Trovo il nome molto azzeccato, sobrio, elegante, classico, toni amari senza eccessi, non immensamente sfaccettato e originale ma ben equilibrato, verde e fresco.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License