Rose Noir

2008. Ovviamente è un profumo alla rosa, ma le note su Fragrantica sono parziali, i il pompelmo fa da illuminante, fresia ben percepibile, così come labdano e patch. È sicuramente una ulteriore interpretazione del rosa-patchouli, credo sia proprio da sentire per chi ama il connubio, la rosa resta abbastanza pungente leggermente saponosa/canforata, dalle note leggo rosa damascena, leggero muschio di quercia a rinfrescare il patch, il sito aggiunge cardamomo, al massimo in una veloce ventata iniziale, bacche rosse, ma anche lampone, eppure l’unica nota schiarente sembra esser solo il pompelmo. Gelsomino, mughetto, violetta non pervenuti.
Per gli amanti delle rose dark e gotiche, aggressive, non pervengono note legnose, non trovo nulla di vintage e non è polveroso. L’oakmoss rende secondo me la rosa un po’ maschile, ma non tutta la fragranza nella sua totalità, proprio la nota di rosa.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License